links gastro
 

4 / 6 ottobre 2019 -
23 Mostra Naturale di Micologia a Senigallia (AN)    

s1
Il tendone

Anche quest’anno è stata realizzata, dal 4 al 6 Ottobre 2019, la Mostra Naturale di Micologia che quest'anno ha raggiunto la 23ª edizione.
Fiore all'occhiello dell'Associazione Micologica delle Marche, la Mostra che da anni è stata sempre allestita in Piazza Roma, davanti al municipio, la 23ª edizione è stata ubicata quest’anno nella vicina Piazza Simonecelli, abbinata alla manifestazione “Sapori d’Autunno”, vicino al limitrofo Foro Annonario.

s2
La locandina della 23ª Mostra Naturale di Micologia di Senigallia

Quest’anno la Mostra è stata caratterizzata da un ampio spazio precostruito, più grande rispetto gli scorsi anni, le cui pareti interne sono abbellite e completamente ricoperte da giganteschi poster raffiguranti ambienti boschivi naturali: sono talmente belli che sembra di entrare in un bosco vero (vedi le foto a corredo). I funghi sono sistemati su un "prato" verde di erba vera e, poiché è regolarmente bagnato, i funghi si mantengono sempre freschi e mai secchi e avvizziti come spesso accade in altre mostre... Ma quello che più mi preme dire è che i funghi sono esposti al… naturale, spesso in piedi o coricati, ma sempre in un ambiente più o meno naturale, nell’erba o tra elementi naturali boschivi… Certamente non in quegli orrendi piattini di plastica che molte altre “Mostre” o per lo più Fiere e Sagre usano…

Particolare menzione merita Fiorenzo Procaccini, del Direttivo dell’Associazione, per le sue decorazioni naturali a corredo della Mostra: massi calcarei, grosse pigne, rossi melograni, rami di ulivo, castagne, erica, corbezzoli e querce hanno sapientemente abbellito la Mostra…

s3
Da Cingoli: Hygrophorus penarius

s4
Da Cingoli: Lentinellus ursinus

s5
Da Cingoli: Amanita echinocephala

Il Prof. Roberto Galli ha la responsabilità scientifica micologica; da 22 anni, quindi quasi da sempre, cura la determinazione e la revisione tecnica delle specie fun­gine, sia portate dai Soci prima della Mostra che dai raccoglitori appassionati durante la Mostra stessa... Anche quest’anno Roberto Galli è stato affiancato da Gabriele Carsaniga, anch’esso esperto del Gruppo Micologico Milanese; si può quindi affermare che nel 2019 si è ulteriormente intensificata e rafforzata la collaborazione tecnica tra l’Associazione  Micologica delle Marche e il Gruppo Micologico Milanese che comunque esisteva già da molti anni grazie alla presenza del Prof. Galli. Da anni la Mostra è visitata da migliaia di persone, prova evidente di un meritato e lusinghiero successo.

Anche quest’anno, vari i settori dedicati: i funghi coltivati, miele e apicoltura, erbe aromatiche ed officinali, zucche, ortaggi e coltivazioni “antiche”. Inoltre erano ancora presenti Claudio Ciabotti e Egiziano Tornati che intrecciavano al momento cestini di vimini (“Intreccio per passione”) ideali per il trasporto dei funghi raccolti…

s6

s7

s8

s9
Alcuni scorci della 23ª Mostra Naturale di Micologica di Senigallia

 Nonostante le avverse condizioni meteorologiche (tempo troppo caldo e asciutto), i funghi non sono mancati, anche grazie all’opera di ricerca e raccolta dei Soci dell’Associazione, “sguinzagliati” nei boschi e prati sia marchigiani che delle regioni limitrofe.

s10
Lo “staff” al completo; al centro, in giacca e cravatta, il Sindaco Maurizio Mangialardi

s11
Lo stand di “Orto Antico”

Specie esposte e determinate: 201, rappresentate da 61 Generi:

Abortiporus biennis; Agaricus albertii, bitorquis, campestris, essettei, osecanus, porphyrizon,  semotus, silvaticus, xanthodermus; Agrocybe aegerita; Albatrellus pescaprae; Amanita cæsarea, citrina, echinocephala, muscaria, ovoidea, pantherina, phalloides, rubescens, vittadini; Armillaria mellea; Aureoboletus gentilis; Boletus æreus, calopus, edulis, erythropus, lupinus, luridus, pinophilus, poikilochromus, queletii, radicans, regius, satanas, subappendiculatus; Calvatia excipuliformis, utriformis; Cantharellus cibarius, cinereus, ferruginascens, pallens; Chroogomphus rutilus; Clitocybe mediterranea, nebularis, odora, phaeophtalma; Clavariadelphus pistillaris; Clitopilus prunulus; Collybia asema, dryophila, fusipes, peronata; Cortinarius aleuriosmus, bulliardii, caerulescens, calochrous, claricolor, elegantior, fulgens, humicola, infractus, largus, magicus, mucifluus, nemorensis, olivellus, rufoolivaceus, salor, splendens, trivialis, violaceus, xanthophyllus; Coprinus comatus; Craterellus cornucopioides, lutescens; Echinoderma asperum;  Entoloma rhodopolium;
  Ganoderma australe, applanatum, lucidum; Gymnopilus penetrans; Hapalopilus rutilans; Hebeloma sinapizans; Hydnum repandum, rufescens; Hygrophorus chrysodon, cossus, eburneus, fagi, penarius, persoonii; Hypholoma fasciculare, sublateritium; Inocybe corydalina; Inonotus tamaricis; Laccaria amethystina; Lactarius acerrimus, aurantiacus, azonites, blennius, chrysorreus, circellatus, controversus, deterrimus, fuliginosus, fulvissimus, pallidus, quietus, salmonicolor, torminosus, vellereus; Lentinellus ursinus; Lentinus tigrinus; Leccinum duriusculum, melaneum, quercinum; Lepiota alba, brunneoincarnata, clypeolaria, ignivolvata, laevigata; Lepista inversa; Leucoagaricus cinerascens; Lycoperdon echinatum, furfuraceum, mammaeformis, molle, perlatum, piriforme; Lyophyllum loricatum, transforme;
Macrolepiota procera, procera var. fuliginosa; Marasmius coherens, oreades; Melanoleuca brevipes, grammopodia; Meripilus giganteus; Mutinus caninus; Mycena pelianthina, pura, rosea; Neolentinus schaefferii; Otidea alutacea, bufonia; Omphalotus olearius; Oudemasiella mucida, radicata; Paxillus atrotomentosus, involutus; Phallus impudicus; Piptoporus betulinus; Polyporus squamosus;
Ramaria botrytis, formosa, flava; Rozites caperatus; Russula adusta, carminipes, chloroides, curtipes, cyanoxantha, cyanoxantha var. peltereaui, decipiens, densifolia, fageticola, fginea, foetens, lepida, luteotacta, maculata, mustelina, nigricans, nobilis, ochrospora, odorata, olivacea, romellii, vesca, violacea, violeipes f. violeipes, xerampelina; Scleroderma verrucosum; Stropharia caerulea; Suillus collinitus, granulatus, variegatus; Tricholoma acerbum, album, basirubens, sulphureum, ustale; Tricholomopsis rutilans; Xerocomus badius, chrysenteron, communis, dryophilus, ferrugineum, pruinatus, rubellus;

s12
Egiziano Tornati, Claudio Ciabotti e i loro… “Intrecci per passione”!

s13
Presentazione dei nuovi libri: “Funghi e Alberi” di Gabriele Carsaniga (a sinistra) e
“Funghi delle Alpi” di Roberto Galli (a destra)

La Mostra è stata preceduta da un’escursione a Cingoli (il “Balcone delle Marche”); qui sono state raccolte alcuni Hygrophorus e diverse specie di Russula e Lactarius … Alla Mostra, comunque, non sono tuttavia mancati i tanto ricercati e ambiti ‘porcini’, per lo più Boletus aereus e Boletus edulis…
Tra le specie più interessanti segnalo: Amanita echinocephala, non frequente nel territorio di Senigallia… Cortinarius humicola, Hygrophorus fagi, Lentinus ursinus, Neolentinus schaefferii, Russula curtipes, Tricholoma basirubens, Xerocomus dryophilus

Invece, tra le specie più belle e appariscenti comparse alla Mostra segnalo: diverse specie di Cantharellus, Craterellus e diverse specie coloratissime di Ramaria (vedi elenco) … poi bellissimi e grandi Chroogomphus rutilus… tante specie di Russula, grandi Ganoderma e, infine, numerose Amanita ovoidea, che hanno meravigliosamente rappresentato la Mostra…

s14
Intervista per una tv regionale (foto R. Carlini)

s15
Dopo tanto lavoro … tagliatelle con tartufo (Tuber uncinatum, foto G. Carsaniga)

La prossima edizione sarà la 24ª… Un’altra occasione per celebrare la Mostra Naturale di Senigallia che – dopo più di vent’anni – nell’ambito regionale è sempre stata una tra le più belle manifestazioni micologiche marchigiane e una tra le prime – o forse la prima – che da sempre ha utilizzato substrati e ambienti naturali per le bellissime coreografie di base…

s16
Il canale verso il mare: sullo sfondo il Foro Annonario

s17
Da Porta Lambertini verso il Corso 2 Giugno e Piazza Roma

Con l'occasione Roberto Galli ringrazia di cuore l'Associazione Micologica delle Marche - in particolare il Presidente Silvano Rettaroli e il Consigliere Fulvio Landi -  non solo per tanti anni di collaborazione, ma anche per la grande amicizia e fiducia dimostrata. Grazie Amici! Alla prossima!

Roberto Galli


torna su